Associazione sportiva ASCO Homepage ASCO
Aikido

L’aikido è un’arte marziale giapponese sviluppata da Morihei Ueshiba (1883-1969).
Morihei Uesshiba, chiamato dai praticanti O Sensei (grande Maestro), ha fuso nell’Aikido concetti e tecniche di antiche arti marziali apprese durante i primi anni di pratica a principi religiosi. Un arte marziale votata alla pace, all’armonia, alla non violenza e alla non competitività.

Lo sviluppo dell’Aikido si divide principalmente in due periodi, prima della seconda guerra mondiale, quando O Sensei insegnò la sua arte marziale prima come istruttore di Daito-Ryu del Maestro Takeda, poi sotto vari nomi, Aiki jujutsu, Aikijitsu, fino ad arrivare ad Aikido.

I tre ideogrammi sono: Ai, armonia; Ki, energia vitale universale; Do, metodo.

In realtà sono intraducibili senza variarne il profondo significato, negli anni la “traduzione” che ho fatto più mia è metodo per armonizzarsi con l’universo.

Ideogrammi Aikido

Nei primi anni quaranta O Sensei si ritirò ad Iwama, piccolo centro rurale, dove portò avanti lo studio delle sue visionarie teorie. Per alcuni anni non insegnò più al di fuori del proprio dojo.

Alla sua morte lasciò la guida del Aiki Jinja, il proprio Dojo, al M° Morihiro Saito che fu suo fedele allievo e collaboratore per molti anni.
Al M° Morihiro Saito si deve la codifica e lo sviluppo del metodo di insegnamento che la mia scuola segue.

Ideogrammi Take Musu Aiki
Take Musu Aiki

Calligrafia originale donata dal M° Morihiro Saito al M° Giorgio Oscari, custodita all’Aikido Club Modena.
Ho appreso questa disciplina dal M° Giorgio Oscari, per tanti anni allievo diretto del M° Morihiro Saito, che ancora oggi dopo 25 anni seguo.

Take = marziale; Musu = sorgente; Ai = armonia; Ki = energia
Ancora più intraducibile!

Le parole in italiano che si avvicinano di più per me sono: dalla marzialità nasce l’armonia con l’energia vitale.
Non si possono tradurre delle sensazioni.
L’Aikido è fatto di tecniche che altro non sono che un metodo per cercare dentro noi stessi la verità, una “ginnastica” per unire se stessi con l’universo.

Non è una disciplina esoterica come si potrebbe pensare leggendo queste mie riflessioni, ma al contrario è l’esaltazione della semplicità. Una disciplina che ci mette a confronto con i nostri limiti senza arbitri o punteggi che determinano una classifica. L’unico giudice siamo noi stessi.

M° Mauro Cesari


orario e giorni del corso


Per ulteriori informazioni: 3357042250